Juventus

Massimiliano Allegri nella storia del calcio italiano

Massimiliano Allegri nella storia del calcio italiano

La Juventus, tramite il sito ufficiale del club, ha celebrato il record di Massimiliano Allegri che ieri, con la vittoria contro il Frosinone, è diventato il primo allenatore della Serie A a raggiungere la quota dei 1000 punti. 

Ecco le congratulazioni del club bianconero:

“Massimiliano Allegri è diventato il primo allenatore nella storia della Serie A a girone unico a tagliare il traguardo dei 1000 punti (1002 – considerati i punti reali, quindi due prima della stagione 1994/95) grazia a 301 vittorie, 99 pareggi e 96 sconfitte.

Sono passate due sole settimane dal 12 febbraio 2024, da quando Mister Allegri è diventato il secondo allenatore nella storia della Juventus per numero di panchine in carriera – 405 –, raggiungendo una leggenda come Marcello Lippi e posizionandosi dietro al solo Giovanni Trapattoni, primo a quota 596. Poi è arrivato il sorpasso, in occasione della trasferta di Verona contro l’Hellas nel turno successivo di Serie A, con annessa celebrazione emozionale allo Juventus Museum cui ha preso parte tutto il Club. Con la panchina numero 406 il tecnico bianconero è diventato, in solitaria, il secondo all time per numero di presenze.

Contro il Frosinone, poi, un nuovo record che lo ha reso il primo allenatore nella storia del massimo campionato italiano a raggiungere e, addirittura a superare, i 1000 punti. E in questo risultato c’è, ovviamente, tanta Juventus perchè sono 201 le vittorie e 50 i pareggi che hanno fruttato al Mister 653 punti sulla nostra panchina.

E non possiamo chiudere non citando ancora una volta le parole di Allegri pronunciate proprio in occasione della celebrazione allo Juventus Museum di martedì 20 febbraio: «Le panchine portano il mio nome, ma sono da condividere da tutto il mio gruppo di lavoro che ha trascorso e trascorre con me così tanto tempo». E lo stesso, dunque, vale per gli oltre 1000 punti conquistati in questi anni che lo hanno fatto entrare, di diritto, nella storia del calcio italiano.

Congratulazioni, ancora, Mister!”

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio