Calcio ItaliaInter

Inter, Marotta: "Seguiamo Scalvini e Frattesi. Su Lukaku..."

Nel match di ieri pomeriggio, l’Inter ha rimediato una sconfitta per 3-1 contro il Napoli. Una partita condizionata anche dalla doppia ammonizione nel primo tempo di Roberto Gagliardini e i neo campioni d’Italia sono stati bravi a sfruttare la superiorità numerica. Un ko che al momento non vede i nerazzurri qualificati matematicamente alla prossima Champions League.

Inter, Marotta apre a Scalvini e Frattesi

Questa mattina Beppe Marotta è intervenuto a Radio Rai e ha parlato a 360°dell’Inter presente e quello del futuro. Il mercato estivo è ormai alle porte, ecco che cosa ha detto su Scalvini e Frattesi: “Sono due giovani molto, molto interessanti ma ce ne sono altri. Il calcio italiano è espressione di talenti veramente puri. Sono due elementi seguiti da tanti club, non nascondo che anche l’Inter ha messo loro gli occhi addosso. Poi bisogna conciliare questa visione con una negoziazione che dev’essere portata avanti, in questo momento siamo fermi”.

Ha aggiunto: “Bisogna perseguire la strada della valorizzazione del prodotto italiano, è obbligatoria. Il calcio italiano può esprimere grandi valori sia a livello di giocatori, che di allenatori, arbitri e dirigenti. Certo, gli investimenti più importanti sono nei centri di formazione, è scontato che il rapporto fra Federazione e singoli club, che è già ottimo, deve essere ancora più forte. I talenti in Italia ci sono e sono talenti che possono competere con i loro pari età in tutta Europa”.

Inter, Marotta parla del futuro di Lukaku

Allo Stadio Diego Armando Maradona, Romelu Lukaku ha messo a segno la rete del provvisorio 1-1. Il belga è in cresciuta e sulla sua permanenza Marotta si è espresso cosi: “Romelu ama la maglia che indossa, si trova molto bene all’Inter. Questi sono aspetti fondamentali, questa sua voglia di stare con noi. Ma è in prestito fino al 30 giugno. Rientrerà al Chelsea e non sappiamo cosa succederà a livello tecnico in quel club. In questo momento siamo alla finestra”.

LEGGI ANCHE Inter, l’ira di Marotta: ecco perché

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio